Ciao, sono Claudia, questo è il mio blog :) Invento storie e scrivo romanzi fantasy, benvenuti nel mio mondo!

domenica 30 dicembre 2018

Ecco il mio racconto!



Oggi, per il laboratorio #armonialatuastoria,  tocca a me. Tutti i racconti (sono più di 200!) potete trovarli nella raccolta "Un giorno ad Armonia - Vol.2" (L'ebook è gratis! Mentre l'edizione cartacea è disponibile a soli € 7,99)

Claudia Piano – Il primo giorno ad Armonia

Questo racconto ci porta indietro nel tempo al primo giorno di Armonia. E quando dico primo, intendo proprio “il primo” in assoluto, dopo che la vita fu creata sul pianeta dei Musimaghi.

mercoledì 26 dicembre 2018

Passiamo le feste insieme?


Durante le feste natalizie non tutti vanno in vacanza, non tutti trascorrono giornate intense e piene di impegni, circondate da amici e parenti; alcuni si sentono soli e malinconici.
Potete passare un po' di tempo assieme a me.

martedì 25 dicembre 2018

Buon Natale con "La Melodia di Natale"

Oggi, altro che #unapaginaacaso, ecco tutto un intero racconto! 
(Il racconto, scritto e pubblicato per Natale 2016, non è più disponibile singolarmente, ma solo nella raccolta di racconti: "I Racconti di Armonia")

È passato poco più di un anno da quando abbiamo lasciato Giulia e Pietro sulle sponde del Lago Sussurrante,

domenica 23 dicembre 2018

Ilaria Vecchietti - La Valle del Tempo Perduto

Oggi per il laboratorio #armonialatuastoria un lungo racconto scritto da una collega autrice di fantasy che ha molto amato la Saga di Armonia e che ci ha regalato questa bellissima avventura. Tutti i racconti potete trovarli nella raccolta "Un giorno ad Armonia - Vol.2" (L'ebook è gratis! Mentre l'edizione cartacea a soli € 7,99 potrebbe essere un bel regalo di Natale!)

giovedì 20 dicembre 2018

Regency a Natale

#consiglidilettura



Cosa c'è di meglio che trascorrere le feste natalizie leggendo racconti ambientati a Natale?
E se l'incasso fosse devoluto in beneficenza?

mercoledì 19 dicembre 2018

Cuori Confusi - pagina 48

 #leggiamoinsieme #unapaginaacaso (aprendo un libro a caso leggete qui per saperne di più su questa mia idea.)
...
Era la vigilia di Natale, un’altra notte magica, ma in modo differente da quella di questa sera. Era nevicato e tutto attorno a noi era bianco, soffice e silenzioso.

lunedì 17 dicembre 2018

domenica 16 dicembre 2018

Ceccarelli Mirko - Dellacasa Ivan - Farsini Gaia

Oggi tre nuovi racconti nati dal laboratorio #armonialatuastoria direttamente dalle scuole di Genova. Li potete trovare nella raccolta "Un giorno ad Armonia - Vol.2" (L'ebook è gratis! Mentre l'edizione cartacea a soli € 7,99 potrebbe essere un bel regalo di Natale!)

venerdì 14 dicembre 2018

mercoledì 12 dicembre 2018

Il Regno del Mare - pagina 194

 #leggiamoinsieme #unapaginaacaso (aprendo un libro a caso leggete qui per saperne di più su questa mia idea.)
...

Matteo ridusse nuovamente la distanza tra noi e mi sovrastò «Voglio portarti a cena fuori, solo io e te.»

domenica 9 dicembre 2018

Avenoso Asia Maria - Bozzano Gloria - Cabella Jacopo

Oggi tre nuovi racconti nati dal laboratorio #armonialatuastoria direttamente dalle scuole di Genova. Li potete trovare nella raccolta "Un giorno ad Armonia - Vol.2" (L'ebook è gratis! Mentre l'edizione cartacea a soli € 7,90 potrebbe essere un bel regalo di Natale!)

#leggiamoinsieme

giovedì 6 dicembre 2018

Diana e Filippo - Ebook Gratis!


Per pochi giorni, la storia d'amore di Diana e Filippo sarà GRATIS per voi! 
Per scoprire com'è nata l'idea di questa storia potete fare un salto sul Sito Ufficiale della Saga.

mercoledì 5 dicembre 2018

Cuori Confusi su Prime Reading



Se siete abbonati al servizio di spedizione gratuita Amazon Prime,

La Melodia Creatrice - pagina 122

 #leggiamoinsieme #unapaginaacaso (aprendo un libro a caso leggete qui per saperne di più su questa mia idea.)


...
Alec scosse la testa esasperato «Smettila» le prese il viso tra le mani. «Io la amo e so che è la donna della mia vita» disse solenne «perché dovrei aspettare?»

domenica 2 dicembre 2018

mercoledì 28 novembre 2018

Naufraghi - pagina 43

#leggiamoinsieme #unapaginaacaso (aprendo un libro a caso)


«Oh, Lulù.» Si precipita ad abbracciarmi. «Mi dispiace tanto, mi sa che la mia “idea” ti ha messo proprio in cattiva luce con il signor Freud.»

lunedì 26 novembre 2018

Il Terzo Regno - Casa


Nei precedenti due romanzi di Dark Sea abbiamo visitato Veturia, la Città di Roccia nel Regno Sotterraneo e Zenuvia, la Città di Corallo nel Regno del Mare. 
(Cliccando potete leggere i miei post sulle due magiche città).
 Il questo nuovo imminente romanzo scopriremo l'ubicazione del Terzo Regno
e visiteremo l'isola di Casa. 
Devo ammettere che tra le tre ambientazioni e la mia preferita. 
E voi in quale dei tre Regni nascosti vorreste vivere?

domenica 25 novembre 2018

Persichetti Nicholas - Andreaoni Giorgia - Sanna Davide - Racconti

Oggi tre nuovi racconti nati dal laboratorio #armonialatuastoria direttamente dalla scuole di Genova. Li potete trovare nella raccolta "Un giorno ad Armonia - Vol.2" (l'ebook è gratis!)


Persichetti Nicholas


Una notte mi svegliai, sentii un grande rumore e senza riuscire a capire cosa fosse, guardai sotto il letto e vidi una signora che mi disse: “Vuoi venire alla scuola di Armonia?” E io, sbalordito e stordito, tra sogno e realtà, decisi di andare. Mi infilai sotto il letto e a carponi le andai dietro.

martedì 20 novembre 2018

I Racconti di Armonia - pagina 82

#leggiamoinsieme #unapaginaacaso (da un libro a caso)

...
Giulia sbatté le palpebre perché il dolore del giovane le era arrivato dritto al cuore e anche i suoi occhi si erano riempiti di lacrime.
Si trovò davanti una mano tesa, l’afferrò e guardò Discord negli occhi.
«Ti prego di perdonarmi, giovane Accordi, anche io ho commesso un errore una volta.» Aveva abbassato lo sguardo imbarazzato, anche se ovviamente non sapeva che lei aveva visto. «Solo che io non ho ricevuto lo stesso trattamento di quei ragazzi.» Sollevò gli occhi su di lei. «Siamo fortunati ad avere tra noi una grande anima come la tua...»
Giulia annuì anche lei in leggero imbarazzo.
«Spero che avremo ancora occasione di lavorare insieme per forgiare nuovi guardiani, forti ma amorevoli, proprio come te.»

domenica 18 novembre 2018

Ndoye Fatou Kine - Piras Ginevra - Lorenti Tommaso

Oggi tre nuovi racconti nati dal laboratorio #armonialatuastoria direttamente dalla scuole di Genova. Li potete trovare nella raccolta "Un giorno ad Armonia - Vol.2" (l'ebook è gratis!)


Ndoye Fatou Kine

Il mio primo giorno di scuola ad Armonia

Quella mattina ero emozionatissima perché era il mio primo giorno di scuola ad Armonia. Non vedevo l’ora di cominciare. Avevo sentito parlare di quella scuola e del fatto che si studiava la Musicomagia.
Ero incuriosita, così mi misi lo zaino in spalla e attraversai un portale dimensionale attraverso il quale mi trovai ad Armonia.

venerdì 16 novembre 2018

Il Terzo Regno - La prima pagina


#estratto #darkseasaga

Una rivelazione

Gaia

Mi ero trasformata, il potere scorreva in me, non mi ero mai sentita così completa e perfettamente a mio agio con me stessa. Matteo era crollato in ginocchio ai miei piedi, commosso ed estasiato. Tutti si erano voltati a guardarmi, anche perché, muovendo appena le ali, mi ero innalzata qualche metro dal suolo e sovrastavo tutti loro.
Poi avvenne qualcosa.

mercoledì 14 novembre 2018

Il Regno Sotterraneo - pag 125

#unapaginaacaso #leggiamoinsieme
...
Ovvio che non l’avevo, non pensava che altrimenti l’avrei avuta già in mano?
Non risposi. E poi non sapevo che saremmo andati sottoterra.
Lui rise «Tranquilla, prosegui seguendo questa galleria, tra breve si aprirà una grande grotta più luminosa» mi attirò a sé «ma prima di andare...» sussurrò all’orecchio con voce divertita.
Mi avrebbe di nuovo baciata? E no, questa volta non ero disperata.
«Perdonami Bambolina» ridacchiò.
Perché dovevo perdonarlo?

sabato 10 novembre 2018

Podenzana Luca - Venturino Alessia - Bucci Giada - racconti

Oggi tre nuovi racconti nati dal laboratorio #armonialatuastoria direttamente dalla scuole di Genova. Li potete trovare nella raccolta "Un giorno ad Armonia - Vol.2" (l'ebook è gratis!)


Podenzana Luca


Io ho 15 anni e frequento il secondo anno alla scuola di Armonia.
In questa scuola studio scienze; con il flauto riesco a far piovere sulle piantine di fiori profumatissimi.
Questa melodia è bella per i fiori e per gli insegnanti.
Ho degli amici fantastici con cui gioco: Simone, bravo a giocare a tornado, Giorgia, brava a danza.
Un giorno ero a scuola e ho incontrato un bullo, un ragazzo cattivo che maltrattava uno dei miei amici.

venerdì 9 novembre 2018

Dark Sea - Il Terzo Regno in uscita il primo dicembre!

Finalmente ci siamo, la data di uscita dell'ebook è stata fissata per il primo dicembre, si può già prenotare. Anche l'edizione cartacea è già online disponibile per l'ordinazione.
L'ebook del primo romanzo sarà in offerta a 99 cent, fino al 30 novembre.


Qui i due link:
(Su Amazon)

Non perdete tempo e assicuratevi la vostra copia.
(Ho cercato di accelerare i tempi, per permettervi di acquistare con calma i vostri regali di Natale.)
Per saperne di più, visitate il sito ufficiale della Saga.
Claudia




mercoledì 7 novembre 2018

La Melodia Dominante - pagina 180

#leggiamoinsieme #unapaginaacaso

Giulia alzò le spalle «Non te l’ha detto la tua amichetta? Sono una strega» ridacchiò. Intanto, dopo aver spazzolato quasi tutta quella roba disgustosa, lo guardò.
Alec la stava studiando «Perché fai così?» scosse la testa «Se potevi liberarti, perché non lo hai fatto prima?» 
«Ero troppo debole» gli spiegò.
Alec arretrò impercettibilmente «Adesso sei guarita» non era una domanda, ma sembrava stupito. Si avvicinò a sfiorarle il braccio, era sporco di sangue secco, ma la ferita profonda era guarita. «Come hai fatto?» 
Giulia lo guardò divertita «Musicomagia…» disse in tono misterioso.

domenica 4 novembre 2018

Patty Bra e Luca - Un Giorno ad Armonia


Come per la raccolta precedente, l'iniziativa è stata ampliata anche a tutti miei lettori di ogni età. Oggi è il turno di:

Patty Bra e Luca – La Sinfonia leggendaria


Anche per Patty abbiamo un continuo, rispetto al racconto scritto nella raccolta dell’anno scorso. Questa volta la storia l’ha scritta con l’aiuto di suo figlio Luca.


Mi svegliai all’improvviso e mi ritrovai seduta sul letto con gli occhi spalancati e gocce di sudore che scendevano lungo la schiena, facendomi rabbrividire. Mi guardai intorno, ero nella mia stanza frastornata e agitata, una voce potente continuava a rimbombarmi nelle orecchie.
“Susanna è ora, vieni”.
Non c’era nessuno e l’unico suono reale era il mio respiro. Sentii il bisogno di alzarmi e guardando fuori dalla finestra mi vestii velocemente, dalla mia posizione potevo vedere solo una parte del grande lago, coperto da una leggera nebbiolina, rendendo tutto molto astratto.
Nel silenzio notturno, m’incamminai verso il bacino, una forza ancestrale guidava i miei passi e calpestando l’erba umida arrivai sulla sponda del lago, in una zona che non avevo mai esplorato.
Il silenzio avvolse il mio corpo, il mio sguardo era perso e quella voce tornò.
“Ti aspettavo, l’ora è giunta, è ora che tu sappia ….”

sabato 3 novembre 2018

Il Terzo Regno - La cover 😍


Ecco a voi la bellissima cover del nuovo imminente romanzo della Saga di Dark Sea!

Realizzata dalla bravissima Devi Rose 💖 che ha saputo rendere esattamente l'immagine che avevo nella mia testa!
Una chicca per gli amici della Liguria: sullo sfondo, la vedete? C'è l'isola di Bergeggi 😃😃
Se volete saperne di più su questa saga ligure misteriosa, andate a curiosare sul Sito Ufficiale.
Tenete d'occhio il blog per le novità e per conoscere la data d'uscita del romanzo! 

A presto! 
Claudia 

giovedì 1 novembre 2018

Benvenuto novembre 🍁🍂

Buona festa dei Santi a tutti e...
speriamo che il mese passi in fretta, sapete perché??

Notizia ufficiale: a dicembre esce...


Il Terzo Regno della Saga di Dark Sea
Questo romanzo conclusivo della storia di Vittoria e i suoi amici sarà pubblicato direttamente da me, quindi non lo troverete nelle librerie com'era stato per i primi due editi Coedit, ma non temete sarà disponibile online su Amazon sia in formato ebook che in cartaceo.
Rimanete sintonizzati per le anticipazioni e per vivere assieme a me l'arrivo del nuovo romanzo!

Claudia  

mercoledì 31 ottobre 2018

Gratis La Casa delle Streghe 🎃

Buon Halloween! 
Solo per oggi, ecco il mio scherzetto!

Claudia

Il Regno Sotterraneo - pag 162

#leggiamoinsieme #unapaginaacaso

Stavo correndo scalza per le strette vie della città di Veturia, qualcuno mi inseguiva. Sentivo il chiaro sbatter d’ali e l’inquietante ruggito che ultimamente mi avevano terrorizzata più volte.
Dov’era Sam? Perché ero scesa in città da sola? 
Avevo il cuore in gola, i piedi scorticati. Dovevo ritrovare la strada per il Palazzo.
Lo vedevo in alto davanti a me, ma non riuscivo a raggiungerlo. In realtà non conoscevo affatto la strada, con Sam ci eravamo sempre arrivati in volo.
Non ce la facevo più, ero esausta e… un vicolo cieco. 
Mi voltai di scatto e mi trovai di fronte il mio inseguitore.
Era lo sfregiato, ma com’era possibile? Sam aveva detto che era morto.
«Sei in trappola dolcezza» si avvicinò lentamente con la bava alla bocca, pregustandosi già il suo succulento spuntino.

domenica 28 ottobre 2018

Sorpresa di Halloween!!


La Casa delle Streghe, un nuovo racconto per trascorrere insieme la festa più misteriosa e inquietante dell'anno! 
Venite a conoscere Melissa, Erica, Cris, Nonna Ortensia e Nonna Girasole e i loro famigli! 

Buona lettura! 
E BOOO a tutti! 
Claudia 

Focà Alessio - Prestipino Margherita - Pasotti Giulia

Oggi tre nuovi racconti nati dal laboratorio #armonialatuastoria direttamente dalla scuole di Genova. Li potete trovare nella raccolta "Un giorno ad Armonia - Vol.2" (l'ebook è gratis!)


Focà Alessio


Come tutti i miei compagni anche io ho passato una giornata alla scuola di "Armonia".
È stata un'esperienza fantastica, la scuola che io vorrei che fosse qui sulla Terra.
Al mattino mi sono svegliato e dopo colazione ci siamo recati nelle stalle a curare i nostri animusi con il professore Gentile Filippo, un insegnante simpaticissimo che ci spiegava come nutrire e gestire il mio "gattufo" e gli animusi degli altri compagni.
Un'altra lezione molto interessante è stata l'ora di botanica con il signor Verza Giorgio, un simpaticissimo botanico che sapeva tutto, ma proprio tutto sulle piante, come mio nonno!!
Ma la lezione che mi è piaciuta di più è stata l'ora delle attività facoltative. Ho imparato uno sport che sulla Terra non esiste: il "Tornado", che è una specie di Hockey.
È stato talmente divertente che ho aiutato la mia squadra a vincere l'amichevole contro la scuola Cinese.
Ecco la scuola migliore dell'Universo, la scuola ed i professori di "Armonia".

mercoledì 24 ottobre 2018

Canta Per Me - pagina 7

#leggiamoinsieme #unapaginaacaso
...
CAPITOLO 1
Il rientro

Scesi dal treno circondata dalla marea di studenti e lavoratori che si riversavano nel Piazzale Brignole. Tanti corpi, tanti volti, tutti uguali in apparenza, come parte di un’unica essenza che sciamava; senza nessuna personalità. Alienati in un solo movimento migratorio: dalla stazione alla fermata dell’autobus.
Mi sentivo come un puntino colorato in un mare grigio. Mi sembrava di essere l’unica ad avere una coscienza di me stessa diversa dalla massa. Era sempre così. Come se solo io stessi realmente pensando, osservando e fossi davvero lì. Gli altri tendevano a fondersi nella folla, a cercare di scomparire, mentre io… ero io.
Perché?

sabato 20 ottobre 2018

Prevelloni Silvia - Marku Morena - Un Giorno ad Armonia

Oggi due nuovi racconti nati dal laboratorio #armonialatuastoria direttamente dalla scuole di Genova. Li potete trovare nella raccolta "Un giorno ad Armonia - Vol.2" (l'ebook è gratis!)


Prevelloni Silvia




Mi chiamo Emma e ho 14 anni.
Mi sono appena svegliata e la luce del sole è così forte che quasi mi acceca.
La stanza in cui dormo, che condivido con Camilla, è molto spaziosa, si trova in fondo al corridoio e ha una vista spettacolare sul lago Sussurrante.
Ieri il Professore Orchestri ha affidato un uovo a tutti gli studenti del primo anno.
Ci ha spiegato che all'interno c'è un animusi (cioè un animale nato dalla fusione di due bestioline) e che questo si nutre di musica. WOW!
Oggi alla prima ora ho lezione di pattinaggio con la Professoressa Accordi che ha organizzato una gara di velocità ed io mi sono aggiudicata il primo posto!!
All'ultima ora invece ho storia della Musicomagia, ma appena seduta in aula, mi sono incantata a fissare gli occhi stupendi di Pietro. HO GIÀ PRESO INFORMAZIONI SU DI LUI.
Pietro è un ragazzo alto, ha gli occhi scuri e profondi, i capelli castani e folti e sembra molto simpatico.

mercoledì 17 ottobre 2018

La Melodia Sibilante - pagina 91

#leggiamoinsieme #unapaginaacaso
...
allenamento di Pallasuono per contenere l’ira del capitano. Nonostante la vigilanza, Giulia usciva dal campo sempre con qualche ammaccatura di troppo. Per fortuna poi andava a divertirsi con i ragazzi del Tornado.
I rapporti con Arci continuavano a migliorare, anche Pietro era diventato suo amico. 
«Una bella rissa» aveva spiegato alle ragazze «è il modo migliore per diventare amici!»
Maschi!
 Anche i loro animusi giocavano spesso insieme. Arci aveva un canorso, si chiamava Wolf. Così Ciccio aveva un nuovo amico da cui farsi dare un passaggio.
Le lezioni continuavano e finalmente studiarono gli animusi da combattimento.
«Oltre all’aquilupo, che qualcuno di voi ha già visto ai recinti, esiste un altro grande animusi: il tartaceronte, un enorme rinoceronte corazzato dal forte carapace di una tartaruga.» Filippo mostrò loro il disegno su un vecchio libro. «È forte, veloce e la sua carica pericolosissima. Nella nostra scuola ce n’è soltanto un esemplare. È molto vecchio, vive lontano nel bosco al di là del lago e viene ai recinti raramente.»
Sarebbe bello trovarlo!

martedì 16 ottobre 2018

Un libro a caso, una pagina a caso


Visto l'apprezzamento dei miei lettori all'appuntamento domenicale #leggiamoinsieme con il laboratorio dei ragazzi "Un Giorno ad Armonia", ho pensato di proporvene un altro, in settimana. Questa volta prenderemo uno dei miei libri (estratto a sorte) e lo apriremo a una pagina a caso. 
Sarà un'occasione per me di raccontarvi qualche curiosità sulle mie storie e di sapere cosa ne pensate voi, chissà che non ne esca qualcosa di stimolante.

Quindi occhio al blog e all'hashtag #unapaginaacaso.

Claudia : )

sabato 13 ottobre 2018

Cordoni Arianna - Bellicchi Aldo - Emmanuele Mattia

Oggi un tris di racconti nati dal laboratorio #armonialatuastoria direttamente dalla scuole di Genova. Li potete trovare nella raccolta "Un giorno ad Armonia - Vol.2" (l'ebook è gratis!)


Cordoni Arianna



Iniziava una nuova e splendida giornata, Giulia era felice perché nel pomeriggio avrebbe partecipato ad una partita di Tornado contro la squadra “Fiori e Pini”. Era carica e pronta per l’incontro ma anche molto agitata, aveva sentito dire da Arci che la squadra avversaria era molto forte ed aveva vinto i tre campionati scorsi. Prima di andare alla lezione della Musicomagia Giulia andò a salutare l’animusi Persi per rassicurarla:
Ci vediamo, torno dopo l’incontro”.
Pietro e Camilla la aspettavano nella Sala Comune, stranamente Pietro non venne con lei. Giulia li raggiunse ed andarono alla lezione.
Dove sei stata?” disse Pietro.
Sono andata a vedere come stava Persi.” rispose Giulia.
Subito dopo passò Arci, la guardava interessato.
Sei pronta per l’incontro?”
Sì, sono emozionata.”

martedì 9 ottobre 2018

Per un autunno romantico 💖

In regalo per qualche giorno, l'ebook di Cuori Confusi! (Link Amazon)


Guardatevi il booktrailer e ascoltate la mia canzone d'amore preferita



Elisa e Fabrizio sono amici da sempre, c'è sempre stato tra loro un sentimento profondo ed intenso, ma crescendo hanno fatto un passo indietro.
Ognuno ha seguito la propria strada. Adesso Elisa è fidanzata, ha una libreria ad Alassio con Elena, la sua migliore amica, e il posto di secondo fagotto nell'orchestra del Carlo Felice di Genova, mentre Fabrizio lavora a Londra per una multinazionale e suona in una rock band.
Sono sempre ottimi amici e continuano a frequentarsi, perché non possono proprio stare lontani.

Buona lettura!
Claudia 



domenica 7 ottobre 2018

Ingelli Tommaso - Tchabouitchou Elfarouk - Rinaldi Vittoria

Oggi un tris di racconti nati dal laboratorio #armonialatuastoria direttamente dalla scuola Alighieri di Genova. Li potete trovare nella raccolta "Un giorno ad Armonia - Vol.2" (l'ebook è gratis!)


Ingelli Tommaso

La nascita

All'inizio tutto è buio, ad un tratto vedo un raggio di luce.
Sono appena uscito dal mio uovo, il guscio presenta ancora qualche macchia azzurra su uno sfondo bianco. Non mi rendo conto di ciò che sono, lo scopro appena sento il mio padroncino parlarmi: “Sei un bellissimo squalangelo, ti chiamerò Polonius, penso che sia un bel nome”.
Il prof. Filippo, dopo avermi fatto un sacco di complimenti, dice al mio padroncino: “Thomas, occupati di lui, so che ne sei in grado!”. Capisco che quel giovinetto si chiama Thomas, wow quante informazioni e ho soltanto cinque minuti di vita!
Sono passati dieci giorni ormai e sono diventato grande come un cagnolino.
Thomas mi porta alle lezioni con lui tenendomi nello zaino e l'unica cosa che apprendo sono i volti dei suoi compagni.
Appena finita la lezione sento l'odore di un altro animusi, scendo di nascosto dallo zaino e gli vado incontro, è un topogallo blu.
Ci annusiamo un po' finché non sento una voce: “Ciccio, Ciccio! Polonius!” dice il mio padroncino “Polonius, mi hai fatto preoccupare”.

sabato 6 ottobre 2018

Laboratorio gratuito per le scuole

Vieni ad Armonia e inventa la tua storia!


Anche quest'anno il progetto #armonialatuastoria è stato accolto con entusiasmo dagli insegnanti delle scuole medie. 
Ci sono già quattro scuole che si sono prenotate per partecipare. 
Se siete interessati o conoscete qualche insegnante che potrebbe esserlo, contattatemi!

lunedì 1 ottobre 2018

Vi aspetto da Ali di Carta

Presentazione
LA MELODIA DELLA LUCE E DELL'OMBRA




Sabato 20 ottobre avrò il piacere di essere ospite da Ali di Carta 
per presentare il nuovo romanzo della Saga di Armonia:
Vi aspetto! 
Claudia

domenica 30 settembre 2018

Alessia Marinutti - Un giorno ad Armonia

Alessia Marinutti


Alessia è una della mie prime e più accanite fans. Non ci siamo mai incontrate, ma è come se la conoscessi da sempre. È una ragazza davvero in gamba, proprio come Giulia.
Ha già partecipato alla precedente raccolta, questo suo racconto, in formato diario, è un seguito di quello dell’anno scorso.
Questo e altri fantastici racconti potete trovarli nella raccolta "Un giorno ad Armonia - Vol.2" (l'ebook è gratis!)

29/01/2049
"Chissà..."
L'ultima parola di un inizio e la prima di una avventura.

Caro diario,
è veramente tanto che non ti scrivo: in un anno sono successe tantissime cose, molte belle e molte brutte. Gli umani, dopo un solo mese sono riusciti ad annientare ben 3 pianeti (Terra 2, Marte e Venere) e migliaia di specie animali. Un vero record di distruzione! In questo momento sono su Terra 3. Chissà quanto durerà il loro "nuovo mondo"...
Ora c'è una nuova scuola di Musicomagia: quella dell'Artide! Si chiama Taidemusiikkia. Ci sono stata due mesi fa per una gara amichevole di Tornado: è un posto dove la temperatura è costantemente sotto lo zero. Lì c'è un nuovo sport: si chiama Kaunis Lumi. È una specie di basket sul ghiaccio, solo con il flauto. In effetti ho provato a giocarci ma... beh... sono caduta subito nell'acqua ghiacciata!
Primo colpo del secondo anno: Eleonora non c'è. Già, la mia vecchia compagna di stanza ha deciso di cambiare scuola e Gabriele con lei.
Secondo colpo: nuova classe e nuovi compagni.
Per fortuna ora è tutto risolto: intendo dire, ho una nuova e divertentissima compagna di stanza, Valentina, e simpatici compagni di classe. La maggior parte di loro frequenta i miei stessi corsi: cura degli animusi (a proposito: Filippo mi ha nominata sua aiutante, un po' come ha fatto molti anni fa con Giulia), storia della Musicomagia eccetera...
Adesso è molto tardi, farei meglio ad andare a dormire... anche perché una certa compagna di stanza vuole leggerti (è convinta che io abbia una cotta per un nostro compagno di classe), un po' come l'anno scorso!
30/01/2049
Caro diario,
questa è stata una giornata molto particolare. Un esempio? Non abbiamo fatto la ginnastica mattutina. Un nuovo studente ha fatto il suo ingresso ad Armonia: si chiama Giuseppe e viene dall'America. Music Farm. Una volta ci sono stata, per assistere ad una partita di Pallasuono: è una scuola molto grande e moderna, dove c'è un piccolo lago (nulla in confronto al Lago Sussurrante). Comunque sia, è nuovo qui ed io sono la sua guida. Tutto per colpa di Valentina: quando la preside Orchestri ha chiesto se qualcuno si offriva volontario per aiutarlo, quella ragazza ha fatto sentire la sua voce squillante, urlando ai quattro venti "Sì, io. IO, IO voglio fare da guida!!!". Quando tutti hanno guardato nella sua direzione, lei ha indicato me. In effetti, anche se a volte si comporta un po' troppo vivacemente, io l'adoro. Lei è sempre allegra e solare e ha una storia particolare qui. Infatti ha passato il primo anno nella scuola cinese Shou Hui Pipa, anche se è italiana. Perché? Me l'ha confidato poco tempo fa: lei adora la Cina. Alle medie ha fatto un corso di cinese, che ha continuato alle superiori. Solo dopo si è accorta di capire davvero poco questa lingua, allora ha optato per Armonia.
Stavo dicendo? Giusto, Giuseppe. Beh, il pomeriggio mi è toccato fargli vedere tutto: dalle stalle alla biblioteca, dai dormitori alle aule (che sono davvero tante). Il momento più difficile è stato quando ha detto una battuta: "Wow, qui è così bello che sembra di essere su un altro pianeta! Peccato che siamo ancora su Terra 3". Evidentemente in America non spiegano agli studenti delle scuole di Musicomagia che SONO su un altro pianeta. Se ne accorgerà domani mattina quando, guardando il cielo, vedrà due lune. Non riesco proprio a immaginarmi la sua faccia! Sarà mooolto divertente!
Dopo il giro turistico l'ho accompagnato a prendere il suo uovo. Prima domanda che vorresti farmi: "Ma non aveva già un animusi a Music Farm?" Ebbene no. Gli animusi sono caratteristici di Armonia. Mi ricordo quando mia cugina mi ha raccontato dell'arrivo di Jeans e degli altri per la partita di Tornado: erano rimasti straniti dalla vista dei cavalfanti, delle muccoche e di quegli strani esseri che ogni ragazzo aveva con sé. Probabilmente è la stessa faccia di Giuseppe quando gliene ho parlato. "Cosa sono? Animu-che?". Allora è partita una spiegazione davvero lunghissima sulle loro origini, su quante specie sono… in effetti devo essere scesa troppo nei dettagli: mi sono messa a parlargli di Persi il serpesce, gli aquileoni, aquilupi… errore mio!
Comunque siamo andati alle stalle, ed è lì che ha scelto un uovo, molto diverso dagli altri: azzurro intenso, simile a quello di uno zaffiro, con striature rosa. Gli ho spiegato che, per farlo schiudere e poi per nutrire l'animusi deve suonare il flauto e capire quali note preferisce.
Approfitto per parlarti del topogallo di Valentina: una cucciolotta rosa dolcissima, che ha come nome Dorotea. Il suo uovo, di un azzurro molto simile a quello del cielo, ha iniziato a schiudersi due giorni dopo l'inizio della scuola. Valentina mi ha svegliata (non troppo delicatamente) e, tutta agitata mi ha fatto vedere l'uovo pieno di crepe dicendomi "Aiutami tu, ti prego… io non ho la più pallida idea di cosa fare..."
Siamo subito corse nelle stalle ma il fato vuole che non c'era proprio nessuno. Solita mia fortuna. Comunque, con il mio fidato flauto (regalatomi da Giulia) e una melodia con note acute (che donano forza), Dorotea ce l'ha fatta. Appena ha visto il piccolo topogallo, Valentina si è emozionata davvero tanto!
...
...
...
...cos'è… questo suono? Uff... scommetto 10 uova di gallicore che è Giuseppe... ha davvero preso sul serio la frase "Devi suonare sempre per il tuo animusi; più suoni e prima nascerà!"
Ho paura che continui per tutta la notte... dovevano proprio metterlo in stanza con Adrien?! (ovvero a pochi passi dalla mia camera)
Spero di riuscire a prendere sonno! A domani!
31/01/2049
Yawwwn... ebbene: mi sbagliavo. Giuseppe ha continuato per tutta la notte con la stessa, ripetitiva, canzone. Come abbia fatto Adrien a prendere sonno non lo so! A proposito: sono due giorni che ti scrivo solo di questa "novità", eppure un diario servirebbe principalmente per annotare i pensieri, i pettegolezzi e i ragazzi della proprietaria. Pazienza: domani (forse) recupererò!
Questo è forse l'anno dei ragazzi nuovi? Eh già, un'altra persona, a cui (grazie al cielo) non faccio da guida. Questo è il compito di Vale! Quando la preside ha presentato Axel (alto, moro, occhi azzurri… insomma, l'idolo di ogni ragazza!) la mia compagna di stanza non gli toglieva gli occhi di dosso. Io? No, a me basta Adrien: capelli neri, occhi scuri, alto come me.
Comunque, mi sono dovuta sorbire un pomeriggio di "Oh, e che animusi è il mio? Eh? Non lo sai? Dai, ti prego, dimmelo!" di Giuseppe, alcuni sussurri "Ma quanto è bello Axel?!" di Valentina, il silenzio assoluto di Adrien con frequenti occhiatacce a quelli nuovi e domande ambigue "Ah, quindi tu sei Valentina. E la bella ragazza qui con te chi è?" di Axel. Quando è arrivata la sera e dovevamo tornare nei nostri dormitori, il "bellissimo, simpaticissimo, dolcissimo, intelligentissimo" Axel (nota bene: secondo Valentina) ha tentato di baciarmi, ma gli sono arrivati tre pugni: uno da parte di Adrien, uno da parte di Giuseppe e, ovviamente, uno da parte mia. Valentina ha solo tirato un sospiro e mi ha seguita in camera. Lì è partita un'accurata descrizione del "fantastico" (d'ora in poi chiamerò Axel così, altrimenti ripeto troppo il suo nome) da parte della mia compagna di stanza. Secondo me non ha neanche visto che ha tentato di baciarmi!
Verso l'una di notte (in questo momento sono le due) ho sentito qualcuno che batteva alla finestra. Sulle prime ho pensato che fosse un po' di vento o cose così. E mi sono rimessa a dormire. Dopo dieci minuti buoni sono andata a controllare e, indovina un po': Adrien e Giuseppe (solo a me ricordano Pietro e Arci?). Sfortunatamente, il "fantastico e incompreso" Axel è capitato in camera con loro. "O venivo qui, o quello là non sopravviveva alla notte", parole di Adrien. Per fortuna l'ha detto sottovoce, altrimenti avrebbe dovuto vedersela con Valentina! Molto probabilmente anche lui ha notato il suo "interessamento" ad Axel.
Cos'è successo poi? Loro due si sono messi a dormire nel mio letto ed io in quello di Valentina.
Ora è meglio se ti lascio: ho già passato una notte insonne...!
01/02/2049
...seconda nottata passata in bianco.
"Come mai, questa volta?" mi chiederai. Beh... è successa una cosa… che secondo me è molto bella. Ti sto mettendo curiosità? Ok, te lo dico:
è nato l'animusi di Giuseppe!!!
Perché non te l'ho scritto ieri notte? Magari volevo dormire almeno un'ora prima di dover affrontare una lunga giornata (idea che in seguito si è rivelata vana).
Comunque sia, è successo tutto ieri (come ho già scritto) verso le… uhm.… circa… ah, insomma! Praticamente quando stavo per addormentarmi.
"Alessia??"
...nessuna risposta...
"A-Alessia?"
...stavo ancora sognando...
"Ti prego… svegliati..."
...ecco, in questo esatto momento stavo fingendo di dormire… nel mentre, una mano mi scuote delicatamente...
"ALESSIA!"
...e lì faccio un salto (anche perché mi ero abituata a sentire le sue parole solo bisbigliate).
Apro gli occhi e vedo due grandi occhi che mi fissano preoccupati. A momenti li scambiavo per quelli di Extelle.
"...cosa c'è, Giuseppe? Dai, sono stanca, torna a dormire"
"Cosa ho sbagliato?"
La sua mano era ancora sulla mia spalla. Stava tremando.
Ero ancora convinta che avesse fatto un incubo, quando un rumore mi fece capire tutto.
In un attimo, ero fuori dalla finestra (ti ricordo che c'è una specie di terrazzino), con Giuseppe quasi terrorizzato che mi guardava dal letto.
"Sta per nascere il tuo animusi" gli ricordai.
La sua faccia diventò prima felice, poi di nuovo preoccupata...
"Come posso farlo nascere? Devo chiedere ad un professore? Magari a Filippo… tu che dici?"
Lo presi per mano e "Vieni con me" furono le prime parole che gli dissi per tranquillizzarlo.
"VUOI DAVVERO FAR NASCERE UN ANIMUSI?!?! NON L'HAI MAI FATTO PRIMA", mi disse, dimenticandosi di Extelle.
Lo scricchiolio dell'uovo gli fece aggiungere: "M-Magari ti s-seguo". Era davvero spaventato!
Note acute, delicatezza e sangue freddo, come avevo fatto con Valentina ed Eleonora.
"Che animal-ops!-animusi è???"
In effetti era un esserino molto strano: una talpa… o una marmotta? O entrambi?
Comunque sia aveva un pelo chiaro, come il marrone delle nocciole...
"Ah, non mi importa!" disse Giuseppe abbracciando il suo nuovo amico...
"Fritto! Lo chiamerò Fritto!"
In quel momento era arrivato Filippo.
"Alessia, cosa fai? Mi vuoi rubare il lavoro?" disse con un sorriso.
"E questo cucciolotto chi è?"
Così è iniziata una lunga discussione sul nuovo animusi. Neanche Filippo lo conosceva.
Intanto, nella mia testa si stava formando un'idea: il giorno dopo sarei corsa dalla preside Yamanuelle per farmi dare un consiglio.
Infatti oggi ci sono stata: Giuseppe (mi rendo conte solo adesso che è molto pauroso) ha rifiutato categoricamente di incontrare la preside (dopo che io gli ho detto che era un Umanimusi). Alla fine, non so neanche come, l'ho convinto.

2/02/2049
Caro diario,
oggi visita alla preside Yamanuelle… non so cosa dire: sono felice, sconvolta… in ogni caso, sarà meglio che ti racconti tutto per filo e per segno!
Il solito buio ci ha accolti all’interno dell’edificio.
“Uno strano uovo, una creatura esemplare.”
Giuseppe ha subito fatto un salto e stava anche per andarsene se io non lo avessi fermato.
“Fallo per Fritto” anche se non potevo vederlo, potevo ‘sentire’ le sue emozioni e i suoi pensieri. Era una cosa molto particolare…non mi era mai successa prima. Però… ho provato a concentrarmi e ho sentito Adrien, come se fosse a pochi centimetri da me. Ho sentito le sue emozioni e i suoi pensieri, come se fossi stata nel suo corpo… era una sensazione bella, come se si fosse innamorato di…
“E cos’abbiamo qui? Una musimaga potente, con una mente dominante, molto pericolosa, ma delicata, astuta e veloce come una volpe, eppure forte, orgogliosa e bellissima come un serpesce.”
La prima cosa che ho visto, dopo aver aperto gli occhi, è una (o meglio, due) luci verdi…al centro buie, come quelle di un…
-gatto…-
BAM!
Perfetto, Giuseppe era svenuto.
Mi ricorderò per sempre quegli occhi felini, che sembravano leggerti l’anima, ma quella donna usava un’altra cosa per guardarti dentro…
-…la mente- completò la mia frase .
All’improvviso ho sentito un’emozione forte, spaventosa… che però non proveniva da me. Io ero curiosa di quella donna, metà umana e metà animusi
“Alessia, ti prego, andiamocene, non ce la faccio più, quell’essere mi fa molta paura…” ha fatto Giuseppe.
“Vuoi scoprire la verità su Fritto?” la stessa voce soave di prima.
-Ave Maria, piena di grazia…-
“E adesso si è messo a pregare…!” ero abbastanza seccata (direi un po’ tanto!)
“A-A-Alessia…C-come hai f-f-fatto a-a…” Giuseppe stava balbettando dalla paura.
-Sempre attraverso la mente- la preside Yamanuelle, nelle nostre menti, stava mettendo un po’ di paura a Giuseppe
Successe tutto molto in fretta: Giuseppe prese Fritto e se la diede a gambe, io l’afferrai per il braccio per farlo rimanere e, nello stesso momento, Adrien e Valentina fecero il loro ingresso nella stanza, lasciando la porta aperta, facendo entrare la luce del sole, Giuseppe si voltò verso l’animusi, sbiancò e cadde a terra con un tonfo.
-La squadra è al completo…-
Adrien sobbalzò: la voce la sentiva pure lui… la stessa cosa Valentina: ‘sentivo’ che era molto agitata.
‘La squadra è al completo’, cosa potrebbe significare? Devo avventurarmi in un posto strano con loro? Beh… Giuseppe non conosce molto bene la storia della Musicomagia e di Armonia, tanto meno gli animusi, stessa cosa Valentina, ma Adrien…oh, è così carino!
“…sono felice che tu lo pensi!” disse Adrien seppure con un po’ di imbarazzo, alle mie spalle.
In quel momento avrei voluto essere come Giuseppe: stesa per terra, invisibile…oppure di non essere in quel posto. Uff: è possibile che faccia sempre figuracce?!?
-c’è la meravigliosa creatura Umanimusi, la volpescente…- avevo la netta sensazione che parlasse di me…un Umanimusi? Quando ci eravamo incontrate, poche decine di minuti prima (o ore?), mi aveva descritta come un serpesce ed una volpe… non lo so proprio…
-accompagnata da ben due ragazzi, uno portatore della mitica talpamotta, animusi che credevo perduto…- questo doveva essere Giuseppe…
-…e il geloso aquilupo, che non si fida proprio di nessuno, venuto qui per proteggere il gruppo… o solo l’anima che vuole sorvegliare? In ogni caso è un evento molto bello e raro l’amore che un aquilupo prova per una volpescente…-
Quel luogo era silenzioso, tranne per il battito dei nostri cuori, il mio e quello di Adrien.
-…vedo anche una ragazza molto vivace, ma amata da tutti-
Valentina… proprio lei…
-La risposta alla vostra domanda non è qui. Fritto è un animusi molto speciale: cercate a Taidemusiikkia, la scuola dell’Artide. Chiedete allo spirito protettore di quelle terre-
Aspettavo dell’altro, ma Giuseppe mi ha subito afferrato per il polso e mi ha trascinata via.
I miei occhi facevano fatica ad abituarsi alla luce del sole, ma tutti erano confusi: li sentivo con la mente.
“Sentite, i-io non ho t-t-tempo di credere a-a queste c-cose assurde, torniamo a casa…” ha detto Giuseppe, cercando di auto convincersi.
“…andiamo…” Valentina era turbata.
Eh già: tutti noi consideravamo Armonia una specie di casa…cosa che, in un certo senso, lo era.
Abbiamo passato il resto della giornata da soli: io ero con Persi, Adrien si allenava sui pattini, Giuseppe era in camera e Valentina era nel roseto.
Dopo il tramonto del sole, sono andata in camera, sperando che Valentina non facesse domande. Infatti non aveva voglia di parlare, forse stava dormendo ma, più probabilmente fingeva.
Non lo so, molto probabilmente non ti scriverò per parecchi giorni…
Uff… troppe ‘emozioni’ in una volta: prima Giuseppe e Axel, poi la storia della talpamotta, il tentato bacio di Axel, la preside Yamanuelle, il contatto mentale e, infine, Adrien. Suppongo che anche Giuseppe sia un pochino geloso di me: mi è bastato vederlo con il ‘perfetto’!
Forse è tutto una presa in giro, forse è tutto uno scherzo. E se fosse così? Se tutte queste preoccupazioni non servissero? Se il viaggio a Taidemusiikkia fosse inutile? E se…e se… i sentimenti di Adrien fossero falsi? …non ci posso credere, non posso neanche pensare una cosa simile! O…forse sì?

3/02/2049
Caro diario,
ho passato una nottata orribile: non riuscivo a dormire, con tutti i pensieri che ho per la testa, Adrien non è venuto a trovarmi e… ho organizzato tutto per oggi. In che senso? Beh, ho chiesto consiglio a Persi, ho fatto le valigie e ho stilato una lista di cose negative che potrebbero accadere e come risolverle… ho fatto tutto, in poche parole.
Adesso è mattina e tutti gli altri dormono. Non sono molto sicura di andare a Taidemusiikkia, di incontrare lo spirito protettore di quel posto… a proposito: cos’è uno spirito protettore? Intendo dire: devo cercare la preside di quella scuola, un animusi particolare… o cosa? Ieri sera sono andata nella grande biblioteca di Armonia (di nascosto) e (sempre di nascosto) ho curiosato tra gli scaffali più misteriosi della scuola, quelli che (almeno in teoria) dovrebbero essere riservati ai Musimaghi più potenti, alla preside e ad alcuni professori. Ebbene, ho appurato che uno spirito protettore è “un’essenza mistica, un essere sacro che difende la sua terra natia. Essendo uno spirito, una creatura incorporea, molto spesso assume le sembianze di un anumani, un’entità simile ad un umano, ma con la mente di un potente animusi”, tutto questo grazie al libro che non avrei dovuto leggere… pazienza, ho imparato qualcosa, quindi va bene, no?
In ogni caso, è troppo tardi per tirarsi indietro. Ora dovrei andare e convincere gli altri.
*la sera*
Caro diario,
Taidemusiikkia è stupenda! Non c’è altro da dire: fa un po’ freddo, ma sembra quasi di trovarsi in un mondo scolpito nel ghiaccio!
In ogni caso, questa è stata una giornata abbastanza divertente (o sorprendente, o strana o tante altre cose): questa mattina, quando ti ho salutato, sono andata da Valentina (distanza percorsa: 1 metro), ho cercato di svegliarla e mi sono accorta che era già vestita con abiti pesanti e aveva già preparato una valigia. Questo significava che anche a lei era venuta la mia stessa idea! Subito dopo sono andata da Adrien, ma…
“Alessia, passa per il terrazzino: sono le 3 di notte, ti caccerai nei guai!” indovina chi era?
Ovviamente Valentina!
Dopo aver passato una buona mezzora per convincerla a venire con me dagli altri, ho scavalcato la finestra e ho percorso il terrazzo quando, ad un certo punto, ho visto Giuseppe e Adrien fare la stessa cosa!
Lettura nel pensiero? Dopo la giornata di ieri non sono più tanto scettica su queste cose!
Comunque, beh… hai presente le scene nei film, quelle al rallentatore, quando due persone corrono l’una verso l’altra e si abbracciano? Ecco. Non aggiungo altro. Anzi, dico solo che Giuseppe ci è rimasto un po’ male…
Ad ogni modo, niente in confronto a Valentina: appena ha visto Axel, gli è corsa incontro (altro che rallentatore!)
Ricapitolando: io abbracciavo Adrien e Valentina abbracciava Axel mentre Giuseppe rimaneva a guardarci. In effetti mi ha fatto un po’ pena, quindi ho allargato l’abbraccio, a cui si sono uniti anche Valentina e Axel (che era un po’ riluttante… quanto mi sta antipatico! Oltretutto mi continuava a guardare insistentemente…uff!). Dopo 5 minuti, ci siamo decisi:
“Andiamo?” la prima parola della giornata, detta in un sussurro.
“OVVIO!” urlarono gli altri, ridendo.
Dopo esserci preparati in una maniera più accurata (ovvero dopo che Giuseppe si è preparato in maniera più accurata, dato che era in pigiama), siamo partiti per Taidemusiikkia! Aspetta un attimo…è venuto anche Axel, giusto? Giusto. Lui non ha conosciuto la preside Yamanuelle, giusto? Giusto. Quindi, perché è venuto? Ti rispondo subito. Anzi, secondo me, puoi arrivarci anche da solo!
Esatto, c’entra Valentina. Mi farà diventare matta con quel ragazzo!
Ehi… ho sentito un rumore! Uhm… molto probabilmente è la professoressa Diana… Non credo si fidi molto di noi ragazzi!
Sarà meglio mettersi a dormire o, meglio, fingere di dormire… sai, aspetto Adrien <3 <3 <3
Ahahah! È molto divertente e dolce (e, in un certo senso, triste) sapere che quando ti piace qualcuno diventi stupida!
In realtà, credo che qualche disegno ti renda più bello, mio caro diario!
Cavolo! Adrien sta facendo troppo rumore, venendo di qua! E credo che la professoressa sia proprio davanti alla nostra camera (malfidente!)
Beh…ciao!!! (spero di non finire nei guai!)

4/02/2049
Caro diario,
temo di non poterti scrivere per un po’…
Uffa! Dovevo scriverti della ‘spedizione’ (come mi piace chiamarla) a Taidemusiikkia, di Adrien, dello spirito protettore di quelle terre…
Il punto è che sono (siamo: io, Valentina, Giuseppe, Adrien e Axel) dalla preside (che non è ancora qui, quindi ti sto scrivendo di nascosto).
In poche parole: Giuseppe è in ansia, Valentina pensa ad Axel, Axel mi fissa e mi fa dei segni (ammiccamenti, baci e schifezze simili), io scrivo ininterrottamente qui e Adrien studia per una verifica…no, aspetta… fa dei disegni su un foglio nascosto dal libro… sono curiosa…
In ogni caso, forse sarà l’ultima pagina di questo diario, il mio ultimo giorno qui.
Che succeda quello che deve succedere, io non mi pento di aver incominciato il viaggio, di aver fatto quello che ho fatto.
Quella giornata sarà sempre nel mio cuore, un pensiero felice che riemerge quando si è tristi, un raggio di sole in una giornata nuvolosa, un oasi in un deserto, una stella cadente in una giornata senza stelle.
La mia avventura… continuerà?

Il foglio su cui stava scrivendo Adrien:
“Quello che succederà non lo so, ma non ti abbandonerò mai.
Ti amo, A.”


Questa è la foto che Alessia ha creato per noi, non è bellissima!